Change font size

Increase size Decrease size Revert styles to default

 

Moxibustione

È una tecnica che consiste nello stimolare con il calore i punti di agopuntura.
Il termine moxa deriva dalla parola giapponese mugusa.

Si utilizzano per questa pratica terapeutica le foglie essiccate e polverizzate di artemisia vulgaris. Questa pianta ha la proprietà di attivare la circolazione dell'energia e del sangue e di rimuovere l'ostruzione causata dalla penetrazione nel corpo dei fattori patogeni del Freddo e dell'Umidità. Serve anche a rafforzare l'energia yang del corpo. Migliora così la vitalità e tutte le patologie reumatiche influenzate dai fattori climatici ne traggono sollievo.

Le foglie di artemisia vulgaris, essiccate e polverizzate, si prestano, per la loro buona consistenza per formare piccoli coni o bastoncini che bruciano senza difficoltà.

 La terapia con moxibustione può essere attuata in due modi diversi:

    * Moxibustione diretta, mediante l’applicazione diretta sulla pelle di coni di artemisia vulgaris, appoggiati sui punti di agopuntura.
    * Moxibustione indiretta, riscaldando l’ago, inserito nel punto di agopuntura, sulla cui estremità sia stato collocato un cono di artemisia al quale si dà fuoco.